Venerdì mattina la città di Ostende ha dato il calcio d'inizio del progetto "Belgian Coast Greeters ", una rete di accoglienza turistica della costa belga.  I turisti saranno guidati, in dieci comuni costieri, da "greeters", ovvero persone che vivono e risiedono stabilmente nelle comunità costiere belga.

Questo tipo di servizio è già presente nella capitale Bruxelles e il progetto è stato recentemente esteso anche alla zona costiera belga. Il progetto è sostenuto a livello europeo attraverso il programma di CAST (Azioni per il turismo costiero sostenibile) ed è in collaborazione con le regioni del Pas de Calais (Francia) e Kent (Gran Bretagna).

"Ci sono attualmente 45 greeters in nove comuni costieri ma ne cerchiamo altri per Zeebrugge. Il nostro obiettivo e' diventare il punto di riferimento del turista che cerca una visita guidata organizzata da uno dei nostri greeters", ha detto Sara Vandamme, coordinatrice di Westtoer, l'agenzia provinciale responsabile per il turismo e la ricreazione nelle Fiandre occidentali.

L'obiettivo non è quello di fornire guide turistiche (o "greeters") in quanto tali, spiega Vandamme: "I greeters non sono pagati per la loro partecipazione e lo scopo principale non è fornire informazioni o promuovere il tradizionale turismo culturale.

Essi invece porteranno i turisti in luoghi nascosti, per scoprire mete che si ritengono interessanti al di fuori dei circuiti turistici tradizionali."

Maggiori informazioni sul sito www.belgiancoastgreeters.com

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS