La polizia di Bruxelles ha dato il via ad una nuova iniziativa per installare una ventina di telecamere high-tech nelle zone di Etterbeek e Woluwe per "aumentare la sicurezza".
Una invasione della privacy o una misura moderna per la sicurezza dei cittadini ?

Che la privacy non sia un problema per le autorità belga è fuori discussione: in Belgio si è bloccato l'accesso ai siti di file-sharing tipo The Pirate Bay, in Belgio il bilancio e l'atto costitutivo della vostra azienda è pubblicato on-line, in Belgio il vostro conto corrente è condiviso con tutte le banche del pianeta e quindi perché scandalizzarsi se in Belgio è possibile riprendervi mentre un piccione ve la fa in testa con una telecamere di sicurezza?

L'iniziativa della stazione di polizia Montgomery non avviene causalmente: recentemente e' stato registrato un incremento di aggressioni e furti nella zona a danno di vari eurocrati, e forse proprio grazie alle pressioni di questi ultimi la polizia si è decisa finalmente a fare qualcosa.
 
Chissà però come la prenderanno i non-eurocrati o quelli a cui la loro privacy sta ancora a cuore: a coloro i quali si sentiranno "sorvegliati speciali" nel proprio quartiere seguiranno quelli che ritengono che i funzionari europei ottengono fin troppo facilmente quello che in anni di battaglie i cittadini brussellesi non hanno ottenuto. Un po' di sicurezza in più.

Scoprire inoltre che le telecamere installate sono "intelligenti" e riescono addirittura a identificare e seguire un volto umano nel suo percorso attraverso la citta', rende la notizia appena al limite della fantascienza.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS