Audrey, nacque a Bruxelles da una baronessa olandese e da un uomo d'affari irlandese.
La sua casa era su rue Keyenveld 48, 1050 Sablon - pl. F.Cocq (comune di Ixelles a Bruxelles).
"Una diva che non volle mai essere diva", così l'avevano definita i critici americani.

Trasferitasi ancora bambina in Inghilterra, studiò danza presso la Rambert School e nel 1948 esordì come ballerina di fila in una rivista musicale. Nel 1951 il regista Mario Zampi le offrì una particina nel suo film Risate in paradiso cui seguirono alcuni ruoli secondari in film di scarsissimo rilievo.

Prescelta da Colette per interpretare in teatro la sua celebre Gigi, si dedicò per alcuni anni all'attività teatrale fino al 1954, anno in cui vinse il “Drama Critic's Award” per la sua interpretazione di Ondina, di Giraudoux.

Nel 1953 ebbe la propria consacrazione nel mondo del cinema interpretando in Italia Vacanze romane, di W. Wyler, che le valse un premio Oscar. Sofisticata e spiritosa, la Hepburn si specializzò nei ruoli di spigliata ragazza moderna, un po' svagata, alla ricerca del “buon partito” e dell'amore (Sabrina, 1954; Cenerentola a Parigi, 1957; Arianna, 1957; Colazione da Tiffany, 1962; Quelle due..., 1962; Insieme a Parigi, 1963; Sciarada, 1963), e impose la cosiddetta “linea H” che per diversi anni influenzò nella pettinatura e nell'abbigliamento la moda femminile occidentale.

Divorziata due volte, dall'attore-ballerino Mel Ferrer e dallo psichiatra italiano Andrea Dotti, due figli (uno dal primo e l'altro dal secondo matrimonio), si era poi legata ad un giovane attore olandese, Robert Wolders.

Gli ultimi anni di vita (è stata stroncata da un cancro, a 64 anni) li ha dedicati alla assistenza ai bimbi abbandonati, come ambasciatrice dell'Unicef.

Altri film: Guerra e pace, 1956; Storia di Una monaca, 1960 (in cui ha tentato la recitazione drammatica) e My Fair Lady, 1964; Come rubare un milione di dollari e vivere felici, di W. Wyler, 1966.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS